EMERGENZA “CORONAVIRUS”

Anche in Calabria la Croce Rossa Italiana è presente dal 5 Febbraio, presso lo scalo internazionale di Lamezia Terme e su quello di Reggio Calabria, con 3 Operatori CRI ed un medico specializzato, congiuntamente agli operatori dell’Usmaf (Ufficio Sanitario Marittimo Aereo e di Frontiera) al quale è affidato il coordinamento operativo.

Si tratta di una misura preventiva decisa al Tavolo del Comitato operativo nazionale di Protezione Civile, convocato a seguito dello stato di emergenza nazionale dichiarato dal Consiglio dei Ministri.

La procedura prevede la misurazione della temperatura tramite termometro ad infrarossi e/o termo-scanner.

In caso di temperatura registrata superiore a 37,5 gradi il passeggerò è sottoposto ad una visita ed un quesito anamnestico: provenienza, sintomatologia, ecc.

Se il passeggero rientra nei casi sospetti previsti dalle linee guida del Ministero della salute sarà affidato al Sistema sanitario regionale e trasportato nell’ospedale di riferimento.

Si ribadisce comunque che si tratta di misure di prevenzione.

Per ulteriori informazioni o per segnalare casi sospetti si rimanda al numero 1500 del Ministero della Salute.

https://www.cri.it/21-02-2020-coronavirus-presidente-rocca-

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *